Informazioni sull’annuncio|Annunci simili
Loft / Open Space in affitto a Napoli
Indirizzo: Via Antonio Solario| Risparmia sul trasloco
Prezzo: 700 €|Richiedi prestito
Riferimento: A001ViaSolario
Superficie: 35 m²
Box: no
Locali: 1
Giardino: Nessuno
Data: 20/05/2020
Cucina: Angolo cottura
Bagni: 1
Riscaldamento: Autonomo
Con Ascensore:
Stato: Ottimo/Ristrutturato
Tipo Contratto: Transitorio
Spese condominiali: 50 € mensili
Classe Energetica: ≥ 175,00 kWh/m²

Via Solario, fittasi, in fabbricato signorile, con servizio di portineria ed ascensore, monolocale climatizzato di circa 35 mq totalmente ristrutturato ed arredato con cura e con ogni confort. Il monolocale, è molto luminoso, è ubicato, nelle immediatissime vicinanze del Supermercato Carrefour, della Stazione della Metropolitana, e a circa 1 km dalla tangenziale di Napoli. Ape G (180 kWh/mqa). Cenni Storici: Antonio Solario, detto lo Zingaro (Civita d’Antino, 1465 circa – Napoli, 1530), è stato un pittore italiano, di scuola veneziana, attivo principalmente nelle Marche, a Napoli e in Inghilterra. Le informazioni sulla vita e sull’attività del Solario sono molto scarse e incerte, anche il luogo e la data di nascita sono oggetto di contese. Secondo lo storico e accademico Gennaro Ravizza, che fu anche classificatore degli archivi storici municipali teatini, egli nacque a Chieti (nel quartiere Civitella), per altri probabilmente era nato si era formato a Venezia, dove firmò la pala di Withypool Antonius Desolario, Venetus 1514. Questo lavoro e altri riferimenti a opere in Inghilterra di John Leland, qualche decennio più tardi, sono la testimonianza della visita inglese del pittore italiano. La pala d’altare è oggi nel Bristol museum and art gallery, mentre una Madonna col Bambino è alla National Gallery di Londra. Tra il 1502 e il 1506 la sua attività è documentata nelle Marche, dove arricchì la sua tecnica con gli influssi della scuola umbro-marchigiana, riscontrabili in seguito anche nel ciclo di affreschi con Storie di San Benedetto (forse la sua opera più importante) eseguito nei Chiostri dei Santi Severino e Sossio a Napoli. Allo stesso periodo risale un’altra versione della Madonna col Bambino e un donatore, conservata oggi al Museo nazionale di Capodimonte a Napoli. Le sue opere sono a volte confuse con quelle del suo contemporaneo Andrea Solario, seguace milanese di Leonardo da Vinci e anch’egli formatosi a Venezia. L’unica biografia su Solario è scritta da Bernardo De Dominici, criticato diverse volte per essere stato un fantasioso storico dell’arte. Secondo lo scrittore napoletano, infatti, il Solario sarebbe nato intorno al 1382 e morto nel 1455. L’ultima sua attività certa è documentata al 1514. Si dice sia stato allievo di Simone Papa il Vecchio. A Chieti, al Solario è dedicata una strada del centro “via dello Zingaro”, per metà modificata con l’intitolazione al filologo locale Cesare De Lollis. Nella vicina Ripa Teatina esiste un’altra via dello Zingaro.

Vedi annuncio su mappa
Richiedi maggiori informazioni all´inserzionista


Via San Pasquale
48, 80121 Napoli

 08118952360
Inserisci i tuoi dati di contatto e la tua richiesta



Sono maggiorenne, ho letto e accetto Condizioni Generali e Informativa sulla privacy

Invia ad amicoStampaSegnala errori
Richiedi maggiori informazioni all´inserzionista
Inserisci i tuoi dati di contatto e la tua richiesta



Sono maggiorenne, ho letto e accetto Condizioni Generali e Informativa sulla privacy

Immagini  1 di 16|play
Servizi per Privati
Pubblica annuncio
Mutui | Prestiti
Bricolage
L’accesso e utilizzo del sito è subordinato all’accettazione dei Condizioni GeneraliRegole della Privacy, e Uso dei Cookie