Informazioni sull’annuncio|Annunci simili
Appartamento in vendita a Praia A Mare
Prezzo: 110.000 €|Calcola mutuo
Riferimento: 07185
Superficie: 101 m²
Balcone:
Box: sì, singolo
Locali: 4
Giardino: Comune
Data: 17/03/2017
Cucina: Abitabile
Piano: piano rialzato
Bagni: 1
Riscaldamento: Autonomo
Stato: Buono / Abitabile
Classe Energetica: ≥ 175,00 kWh/m²

Proponiamo in vendita a pochi passi dal mare e dal centro appartamento al piano rialzato con spazio esterno privato/in comune composta da cucina abitabile, soggiorno/sala pranzo, 2 camere, terrazzino a livello con uscita diretta in giardino e accesso al locale deposito di proprieta' mq 35 ( circa ) adiacente all'abitazione e box auto con capienza 1 posto auto, giardino pavimentato in comune. L'immobile si presenta in buono stato, impianto riscaldamento autonomo alimentato con gas metano, infissi in alluminio, viene ceduto interamente arredato. Rif 07185 Prezzo € 110.000 tratt. Notizie e curiosita' sulla citta' di Praia a Mare: Sorse originariamente come un piccolo ma popoloso villaggio di pescatori e contadini sulle spiagge strette tra il corso del fiume Noce (che a nord segna il confine con la Basilicata) ed il contrafforte roccioso oltre la pianura alluvionale del fiume Lao.Chiesa del Sacro Cuore Chiesa di San Paolo Apostolo: struttura decennale in stile contemporaneo dalle linee ricercate; raccoglie il culto dei residenti delle Località Laccata, Santo Stefano, Viscigliosa. Chiesa di Gesù Cristo Salvatore: struttura di recente realizzazione, raccoglie il culto dei residenti della località Foresta. Santuario della Madonna della Grotta: così chiamato perché posizionato all'interno di una grotta naturale all'interno di una collina. In esso è venerata la Madonna della Grotta. Narra la leggenda, cui fa cenno anche il Marafioti in "Croniche et antichità" di Calabria, che nell'agosto del 1326 un bastimento turco, carico di Mercanzie, solcava veloce le acque al largo dell'isola di Dino, quando d'un tratto rimase immoto, come per incantamento. I marinai turchi si atterrirono e pensarono che la causa di tutto ciò fosse un maleficio. Essi sapevano infatti che il capitano era cristiano e serbava gelosamente nella sua cabina una bella icona di legno della Vergine col Bambino (la statua della Madonna): per poter proseguire felicemente, bisognava liberarsene a tutti i costi. Il pio capitano tentò a lungo di commuovere la ciurma scatenata, poi dovette arrendersi alla violenza. Ma piuttosto che lasciar cadere in mare la statua della Madonna, preferì abbandonarla sul lido, nella spaziosa grotta ch'era da presso, sopra un grosso masso che ancor oggi si conserva e la devozione dei fedeli non lascia mai disadorno di fiori. Dopo di che il battello musulmano con un fremito si mosse con un ribollire di spuma e riparti'. La statua fu scoperta da un giovane pastore muto di Aieta, che a volte usava riparare nell'antro per sfuggire alla pioggia o al caldo opprimente. Il muto corse in paese per annunziare l'evento e prodigiosamente parlò e questo fu il primo miracolo della Madonna della Grotta. Il giorno dopo accorse tutto il popolo di Aieta, paese situato a 3 ore di cammino da Praia, e la statua fu trasportata nella chiesa Madre; ma nella notte scomparve per tornare al suo rozzo altare di pietra, nel primitivo riparo sul mare dove si trova tuttora. Praia a Mare ha costituito per secoli la frazione marina del vicino comune di Aieta. L'etimologia del nome è incerta: la località ha assunto nel tempo varie denominazioni. Deriverebbe da Plaga Sclavorum, cioè Spiaggia degli Schiavoni, in ricordo dei traffici di merci e di uomini che caratterizzavano nell'antichità la costa Tirrenica, oppure da Plaga Slavorum, e cioè Spiaggia degli Slavoni, per la presenza in loco di una colonia di Slavi[4]. Plaga a sua volta deriverebbe dal greco ??????, plagia, cioè spiaggia[5]. In tempi più recenti assume la denominazione di Praia d'Aieta (che letteralmente significa Spiaggia d'Aieta). La frazione marina del vicino comune montano diviene amministrativamente autonoma nel 1928, assumendo il nome definitivo di Praia a Mare. Con R.D. 29 marzo e con Decreto Prefettizio del 16 aprile dello stesso anno, viene inoltre decisa la soppressione per accorpamento al nuovo comune di Praia a Mare di altri due centri urbani, che fino ad allora avevano goduto di una plurisecolare autonomia: lo stesso comune di Aieta e il vicino comune di Tortora. Nel 18 luglio 1937 Aieta e Tortora riacquistano la propria autonomia[6]. Tra gli anni sessanta e novanta la cittadina ha registrato un notevole sviluppo, grazie agli investimenti del gruppo Marzotto e della famiglia Agnelli. Oggi Praia a Mare, che ingloba anche l'Isola di Dino, vive principalmente di turismo.

Vedi annuncio su mappa
Richiedi maggiori informazioni all´inserzionista


p.zza italia
6, 87028 Praia A Mare (Cosenza)

 0985777802
 3480686004
Inserisci i tuoi dati di contatto e la tua richiesta



Acconsento al trattamento dei dati personali
(leggi l'informativa)

Invia ad amicoStampaSegnala errori
Richiedi maggiori informazioni all´inserzionista
Inserisci i tuoi dati di contatto e la tua richiesta



Acconsento al trattamento dei dati personali
(leggi l'informativa)

Immagini  1 di 11|play
Dati societari
Servizi per Privati
Pubblica annuncio
Mutui | Prestiti
Bricolage
L’accesso e utilizzo del sito è subordinato all’accettazione dei Termini d’usoRegole della Privacy, e Uso dei Cookie